111709616_1470825729901646_6832316333710805657_nLOGO

Cammino Lauretano

VALDIEA - CALDAROLA  12,43 Km

CASTIGLIONECammino LauretanoCammino LauretanoCammino LauretanoCammino LauretanoCammino LauretanoCammino LauretanoCammino LauretanoCammino LauretanoCammino LauretanoCammino LauretanoCammino Lauretano
Cammino LauretanoCammino LauretanoCammino LauretanoCammino LauretanoCammino LauretanoCammino LauretanoCammino LauretanoCammino LauretanoCammino LauretanoCammino LauretanoCammino LauretanoCammino LauretanoCammino LauretanoCammino LauretanoCammino LauretanoCammino LauretanoCammino LauretanoCammino LauretanoCammino LauretanoCammino LauretanoCammino Lauretano

ITINERARIO


Da Valdiea seguite la segnaletica CFM fino al Santuario della Madonna del Sasso ( si narra che nasconda l’ingresso dell’antica grotta della Sibilla Cimarra) . Continuare sullo sterrato fino al paese di Valcimarra Alta. Continuare a seguire la segnaletica CFM fino a Pievefavera.  Attraverserete un uliveto accidentato. Tenete d’occhio la segnaletica. Da Pievefavera continuate a seguire la segnaletica CFM fino alla strada asfaltata. Giunti sulla strada prendete la discesa a sinistra fino all’abitato. Attraversate l’unica via dell’assembramento di case fino ad un bivio. Prendete lo sterrato sulla sinistra. Dopo 200 metri prendete la salita sulla destra e continuate dritti fino a Caldarola. Una volta raggiunto l’asfalto vi troverete alle spalle del Castello. Fine della tappa.




DA VISITARE


EREMO-SANTUARIO MADONNA DEL SASSO
incastonata sotto una prorompente sporgenza rocciosa del Monte Fiungo. Una leggenda narra che all'interno di essa si nascondesse l'ingresso del tempio della Sibilla Cimaria. Sono presenti due affreschi: la Madonna con il Bambino ed una Crocifissione. 


Per ulteriori info clicca qui


PIEVEFAVERA
Antico nucleo romano chiamato Faveria. Con la caduta dell'Impero Romano, gli abitanti si arroccarono sulla collina al sicuro dentro le mura castellane. La cellula del nuovo insediamento fu la pieve; La posizione strategica, il rapporto diretto con la famiglia dei Varano che dominò in Camerino per circa tre secoli, l'importanza della pieve in possesso (fino al 1453) dell'unica fonte battesimale della zona, sancirono la superiorità del borgo rispetto a quelli limitrofi.


Per ulteriori info clicca qui


CALDAROLA
Caldarola deve il suo nome con molta probabilità, al termine latino “calidarium” ossia  la stanza con la vasca di acqua calda delle terme. Il centro caldarolese è sorto, come villaggio rurale, ai piedi di una torre di difesa longobarda o bizantina in epoca precedente al IX-X secolo. La trasformazione urbana tra il ’500 e il ’600. Affascina il visitatore con il suo antico maniero, con il suo raffinato assetto urbano che ne fa un gioiello di architettura cinquecentesca. Da non perdere: Teatro comunale, Castello Pallotta, Santuario di Santa Maria Del Monte.

Per ulteriori info clicca qui




PERNOTTAMENTO


ALBERGO RISTORANTE DA SANDRO
P.zza XXIV Maggio, 16 62020 Caldarola (MC)
Tel. 0733.90.51.83-90.53.25
meosandro@tiscali.it

CONVENZIONE
Cena + Singola = 35€
Cena + Doppia = 30€ a testa
Cena + Tripla = 28 € a testa
Cena + Quadrupla = 27€ a testa

Cena= primo+secondo+contorno+acqua


ACCOGLIENZA IN PARROCCHIA A CALDAROLA
Don Vincenzo cel. 339.14.90.218


PARROCCHIA S. MARIA ASSUNTA IN PIEVE
2, Piazza Gasparri Cardinal Valcimarra - 62020 Caldarola (MC)
0737 99112


PARROCCHIA SAN GREGORIO E SAN VALENTINO
31, Via Pallotta - 62020 Caldarola (MC)
0733 905102


Web agency - Creazione siti web Catania